RC auto familiare: cos’è, cosa prevede, vantaggi

L’RC auto familiare è un’agevolazione che consente ad un nucleo familiare di risparmiare sull’importo relativo all’assicurazione di un veicolo.

rc auto famiglia

Rispetto a quanto prevedeva la Legge Bersani, la concessione è stata estesa anche a differenti tipi di mezzo.

Per esempio, ad oggi è possibile trasferire l’agevolazione non solo da auto ad auto e da moto a moto, ma anche da auto a moto e viceversa. E non solo, perché sono stati integrati nell’agevolazione anche altri tipi di mezzi di trasporto.

Grazie a tale disposizione, un componente del nucleo che acquista un veicolo o rinnova l’assicurazione su un mezzo già in suo possesso, può ottenere da subito la classe di merito più vantaggiosa.

Vediamo di seguito che cos’è l’RC auto familiare e come funziona.

RC auto familiare: cos’è e a cosa serve

L’RC auto familiare è quell’agevolazione che permette al componente di un nucleo familiare di “ereditare” la classe di merito più conveniente per il pagamento dell’assicurazione.

Per poter beneficiare dell’agevolazione con il nuovo veicolo, è necessario che il nucleo possieda già un altro mezzo assicurato.

In questo modo, la classe di merito che il vecchio veicolo ha maturato negli anni, potrà essere trasferita a quello nuovo, che sia questo un’auto o una moto.

Tale concessione, ovviamente, comporta un notevole abbassamento dei costi dell’assicurazione.

A chi si rivolge e come fare richiesta

L’agevolazione RC auto familiare è rivolta a tutti i membri di un nucleo familiare che vogliono acquistare un veicolo (anche usato).

Per esempio, se una famiglia possiede un mezzo (auto, moto, scooter o altro) che ha maturato nel tempo la prima classe di merito, in automatico anche il nuovo veicolo potrà ereditare questo vantaggio.

Innanzitutto, la famiglia dovrà dimostrare l’effettiva composizione del nucleo, richiedendo il Certificato di Stato di Famiglia presso l’Ufficio Anagrafe del proprio Comune.

Dopodiché, il documento si dovrà presentare presso il proprio ente assicurativo di riferimento. È possibile fare domanda per beneficiare dell’incentivo nei seguenti casi:

  • veicolo appena acquistato;
  • rinnovo dell’assicurazione di un veicolo già in possesso.

A presentare la richiesta dovrà essere l’intestatario dell’assicurazione del nuovo mezzo di trasporto, oppure un altro membro dello stesso nucleo familiare.

Può beneficiare dell’incentivo anche un neopatentato.

Sono invece esclusi dal beneficio tutti i veicoli che, nei 5 anni precedenti alla richiesta, hanno causato uno o più incidenti stradali.

Vantaggi e svantaggi

Usufruendo del beneficio RC auto familiare, il vantaggio principale che si ottiene è ovviamente quello di poter abbassare il prezzo dell’assicurazione.

Invece di iniziare la “scalata” dalla classe di merito più bassa, come funziona normalmente per i nuovi veicoli, il beneficiario avrà l’opportunità di passare da subito ad una classe più vantaggiosa.

Per questo motivo, dunque, egli pagherà importi molto minori rispetto a quanto dovrebbe.

Sottoscrivere l’incentivo però può comportare dei rischi molto elevati.

Se infatti uno dei due veicoli (quello vecchio o quello nuovo) dovesse causare un incidente stradale, ecco cosa può accadere:

  • Retrocessione fino a 5 Classi di merito per entrambi i veicoli, se l’incidente comporta alla compagnia assicurativa una perdita economica superiore a 5.000 euro;
  • Nulla, se l’incidente ha provocato danni per un importo inferiore a 5.000 euro.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *