Assicurazione quando il danno supera il valore dell’auto

Assicurazione quando il danno supera il valore dell’auto come bisogna comportarsi? Quali sono le conseguenze alle quali si va incontro?

Incidente assicurazione

Ecco tutto ciò che c’è da sapere su questo delicato argomento che siamo sicuri al 100% potrebbe tornare utile a tanti di voi. Vi consigliamo per questo di bloccarvi e leggere con la massima attenzione quanto ora riporteremo qui sotto.

Quando il danno supera il valore della macchina come agisce l’assicurazione? Quali sono le conseguenze?

Andare incontro a danni di un incidente superiori del valore di una macchina, come ampiamente stabilito dalla Cassazione, in caso di differenza importante fra il valore della macchina coinvolta nel sinistro e il pezzo richiesto per riparare il tutto, il giudice può in tutta tranquillità condannare l’assicuratore a risarcire il danno per equivalente.

Quando l’assicurazione non copre i danni?

Come ben saprete la polizza stipulata per la vostra auto non va a coprire tutti i danni. Dunque quali sono quelli che non copre? Se si parla di incidente stradale, che coinvolga parenti della persona assicurata, questo si presenta come una valida motivazione per il quale l’agenzia assicurativa può rifiutarsi di risarcire i danni. Questo ad esempio accade quando si parla di parentele di terzo grado; nello specifico l’assicurazione non va a coprire i danni alla vettura ma solo quelli agli individui danneggiati.

Quanto paga l’assicurazione per danni fisici?

Se ci troviamo di fronte a danni fisici quanto paga l’assicurazione? Conti alla mano, a seconda delle circostanze si parla del 75%, 50 o 25. Alla stessa maniera, per ogni percentuale è anche fornito uno specifico risarcimento che viene calcolato quotidianamente: sono 11 euro per il 25%, 25 euro per il 50 e 35 per il 75.

Quanto tempo si ha per richiedere il risarcimento del danno?

Logicamente in caso di incidente stradale per ovvie motivazioni ci sono anche delle tempistiche da rispettare. La domanda che vi poniamo dunque è la seguente: quanto tempo si ha per richiedere il risarcimento del danno? La risposta è semplicissima, si parla di un massimo di due mesi in caso di danno alla propria auto, fino ad arrivare a ben 90 giorni in caso si parli di danni fisici.

Cosa rimborsa l’assicurazione?

Di solito l’assicurazione oltre a rimborsare denaro per aggiustare la carrozzeria dell’auto, anche se non sempre è cosi, eroga il rimborso spesso e volentieri solo per le spese mediche da affrontare qualora si tratti di cure specifiche, ricoveri, interventi di riabilitazione, fisioterapia, acquisto di medicine e vari accertamenti diagnostici a seguito di un infortunio grave o malattia.

Come paga l’assicurazione?

L’agenzia assicurativa come liquida? Qualora le due parti si dovessero mettere d’accordo compilando il classico modulo di constatazione amichevole firmato entrambi il tutto, il risarcimento verrà dato dalla propria assicurazione entro un mese, salvo imprevisti. Se invece fra le parti l’accordo non viene raggiunto, la liquidazione del danno verrà erogata dopo 2 mesi.

Siamo cosi arrivati al termine. Se avete dubbi non esitate a lasciare un messaggio qui sotto.

Consigliamo anche la lettura del seguente articolo: Le 7 migliori assicurazioni auto 2022

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.