Assicurazione come partire dalla prima classe

Assicurazione come partire dalla prima classe? E’ questa una delle tante domande che ad oggi si pongono moltissimi automobilisti.

Nel post di oggi cercheremo una volta per tutte di dare una risposta completa su questo delicato argomento cosi da togliervi qualsiasi dubbio che avete in merito.

legge bersani assicurazione

Se siete per davvero interessati il nostro consiglio è solo uno, ovvero: prendetevi un po’ di tempo libero e proseguire nella lettura di quanto ora scriveremo qui sotto. Pronti?

Assicurazione auto: come partire dalla prima classe

Per poter partire dalla prima classe quella dove il più delle volte l’assicurazione ha veramente un costo irrisorio, basta ovviamente fare affidamento all’agenzia assicurativa con la quale si ha intenzione di stipulare l’assicurazione per l’auto acquistata.

Detto questo, c’è da sottolineare che purtroppo non si può in alcun modo partire dalla prima classe: ciò che comunque si deve fare è quello di presentare i documenti di identità validi del nuovo intestatario della vettura e del familiare dal quale si vuole prendere la classe di merito. E’ richiesto il più delle volte anche lo stato di famiglia.

Come faccio a prendere la classe di merito di mio padre?

Per poter a tutti gli effetti prendere la classe di merito del proprio padre serve affidarsi alla tanto discussa Legge Bersani sulle polizze che permette, qualora ancora non lo sapeste, di avere senza il minimo problema la classe di merito della vettura di un genitore – di solito più bassa – alla nuova macchina acquistata da un figlio o figlia che sia, che caso contrario partirebbe dall’ultima classe la 14esima.

Il figlio ovviamente dev’essere ancora un convivente, ovvero deve essere presente sullo stato di famiglia del genitore se si vuole che tutto vada per il verso giusto.

Quali documenti servono per la Legge Bersani?

Quando si firma il contratto, serve, dunque, avere a portata di mano i seguenti documenti che ora riporteremo a seguire: documento di riconoscimento del futuro intestatario dell’assicurazione il più delle volte la classica carta di identità. Altro documento di riconoscimento del componente appartenente al nucleo familiare di cui si vuole prendere la classe di merito.

Chi può ereditare la classe di merito?

Altra domanda che spesso si sente in giro è la seguente: chi può eventualmente ereditare la classe di merito? Salvo casi eccezionali l’unica persona che può ereditare la classe di merito di una persona morta è il coniuge importante abbia la comunione dei beni. Sarà tuttavia tassativo intestare la macchina al 100% al coniuge. La vettura infatti, alla morte del vero proprietario, come accade per le case passa agli eredi, che possono essere non una sola persona ma anche di più.

Come mantenere la classe di merito senza auto?

Si può tenere la propria classe di merito senza una vettura? Per tenere la propria classe di merito senza auto, passando ad una nuova polizza assicurativa, basta comunicare a quest’ultima il proprio attestato di rischio, non altro che una documentazione ufficiale che riporta al proprio interno il profilo di rischio della persona che sta facendo la richiesta.

Conclusioni

Vi abbiamo dato una piccola ma concreta di idea di cosa si deve fare per riuscire a partire dalla prima classe. Se avete dubbi o domande siamo qui a vostra completa disposizione.

Consigliamo anche: Come attivare assicurazione auto online?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *